Articolo 1 - ATTT

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Articolo 1

In memoria di Mario

In memoria

MARIO MARTINELLI

In una grigia e fredda mattinata di una primavera che sta stentando  ad imporsi sui rigori invernali, abbiamo salutato per l’ultima volta il nostro carissimo Mario Martinelli. Dopo un mese e mezzo il tennistavolo cantonale (e momò in particolare) è dunque di nuovo in lutto. In poco tempo ha perso due sue figure tipiche, caratteristiche, che hanno contribuito a scriverne la storia. Dopo la tragica dipartita di Franz Steens, il 6 aprile scorso ci ha infatti lasciati per sempre anche Mario Martinelli. Aveva solo 64 anni.

Mario si avvicinò relativamente tardi al tennis da tavolo iniziando la sua carriera pongistica nelle fila della STT Riva S.Vitale. Qualche anno più tardi, quando il Riva non iscrisse più una squadra nel campionato Seniori, si trasferì a Chiasso, società della quale è stato socio attivo fino alla sua scomparsa.

Mario giocò e vinse la sua ultima partita in Seconda Divisione il 18 gennaio scorso in trasferta a Locarno. Praticava il tennis da tavolo sempre con piacere e grande passione. Spesso e volentieri dava anche una mano alle nostre società nell’organizzazione di gare e tornei. Aveva un diritto secco e preciso che, quando gli “entrava”, dava parecchio fastidio anche ad avversari tecnicamente più quotati di lui.                       

Quando perdeva clamorosamente qualche punto aveva un suo modo particolare di simpaticamente sbuffare. Tipiche e da tutti conosciute erano poi anche le sue famose “pause-sigaretta” tra un match e l’altro.

Uomo umile e semplice, cordiale e mite, gentile e generoso, Mario aveva veramente un buon carattere. Amava molto la sua famiglia, la vita, lo sport ed il lavoro. Ricordiamo con piacere i suoi gesti amichevoli di saluto quando lo incrociavamo sulle strade del Mendrisiotto mentre era intento ad affiggere manifesti pubblicitari. Di fede calcistica juventina, Mario ci ha sempre parlato con gioia anche del Palio di Mendrisio. Pensionato da pochi anni,  era un nonno felice e mostrava con piacere le foto dei suoi nipotini. Da tempo lo sapevamo però  malato. Ciononostante non ci aspettavamo la sua subitanea dipartita.                              

Nella chiesa parrocchiale di Mendrisio una vera folla di amici e conoscenti, tra i quali molti pongisti di Chiasso e Riva, gli ha tributato l’estremo saluto, ascoltando le profonde e consolanti parole dell’Arciprete Don Angelo Crivelli. Ora l’anima buona di Mario sarà senz’altro già stata accolta fra le braccia di quel Padre misericordioso che lui stesso diceva lo stesse aspettando. Lo immaginiamo dunque nella gioia, nella Luce e nella pace, felice mentre gioca interminabili partite sugli innumerevoli tavoli del Paradiso.

La STT Chiasso, la STT Riva ed il Ticino pongistico lo ricorderanno sempre con immenso affetto e gratitudine. Siamo vicini ai familiari in questo difficile momento di dolore.

Ciao carissimo Mario !     

Torna all'inizio dell'articolo

Torna alla pagina News

 
Torna ai contenuti | Torna al menu